Le Nazioni Unite dichiarano ufficialmente il 30 giugno come International Asteroid Day

In qualità di Coordinatore Nazionale per l’Italia di Asteroid Day, è con indicibile emozione che condivido con voi questa notizia epocale: le Nazioni Unite hanno appena dichiarato il 30 giugno “Giornata Internazionale degli Asteroidi (International Asteroid Day)”!

Congratulazioni a quanti hanno lavorato a questo straordinario risultato, in particolare Brian May, Danica Remy, Grigorij Richters e Rusty Schweickart, co-fondatori di Asteroid Day.

Sono davvero orgoglioso di rappresentare Asteroid Day in Italia. E sono inoltre orgoglioso che il Virtual Telescope sia partner ufficiale della manifestazione.

Lo scorso anno il sottoscritto è diventato il primo Coordinatore Nazionale di Asteroid Day, curandone dettagliatamente l’organizzazione in Italia. Il successo è stato tale che il Comitato internazionale ha pensato di adottare ufficialmente l’idea di un pool di referenti nazionali, per una migliore diffusione del progetto, dei suoi obiettivi e dei suoi valori.

Pertanto, con comprensibile orgoglio vi lascio alla lettura del comunicato ufficiale su questo storico, importantissimo e prestigioso riconoscimento.

dr. Gianluca Masi, PhD
Coordinatore Nazionale per l’Italia di Asteroid Day
Responsabile Virtual Telescope Project

Le Nazioni Unite dichiarano ufficialmente il 30 giugno come International Asteroid Day

Le Nazioni Unite dichiarano ufficialmente il 30 giugno come International Asteroid Day

NOTE: international edition in English available here.

NEW YORK, NEW YORK (7 dicembre, 2016) – I fondatori dell’Asteroid Day hanno annunciato oggi che l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha ufficialmente riconosciuto l’evento annuale, dichiarando il “30 giugno International Asteroid Day (Giornata Internazionale degli Asteroidi, ndt) per ricordare ogni anno a livello internazionale l’anniversario dell’impatto di Tunguska, sopra la Siberia, in Russia, del 30 giugno 1908 e promuovere presso il pubblico la consapevolezza del rischio d’impatto da parte degli asteroidi“.

Il rapporto completo dell’Assemblea Generale è disponibile qui.

“Siamo estremamente orgogliosi del riconoscimento dell’ONU poiché abbiamo fondato l’Asteroid Day per promuovere la consapevolezza del rischio posto dagli asteroidi e l’opportunità per la specie umana di unirsi attorno ad un obiettivo comune: proteggere il nostro pianeta dagli impatti degli asteroidi”, hanno dichiarato i co-fondatori Dr. Brian May, Danica Remy, Grig Richters e Rusty Schweickart. “Gli impatti asteroidali sono il solo disastro naturale che sappiamo come prevenire se noi, come equipaggio di questa nave spaziale che è la Terra, lavoriamo insieme per una soluzione globale”.

All’inizio del 2016, la ASE Committee on Near-Earth Objects ha introdotto a Vienna una raccomandazione formale presso la Commissione Peaceful Uses of Outer Space (COPUOS) dell’ONU, affinché l’Assemblea Generale adottasse l’Asteroid Day come un evento globale annuale.

La Commissione dell’ONU ha avuto un lungo e duraturo interesse nell’incrementare la propria conoscenza della distribuzione e caratterizzazione degli asteroidi potenzialmente pericolosi vicini alla Terra e nel prevederne e mitigarne la minaccia d’impatto, soprattutto per i Paesi in via di sviluppo, attraverso i suoi due organi consultivi: l’International Asteroid Warning Network (IAWN) e lo Space Mission Planning Advisory Group (SMPAG).

Attraverso la leadership dell’Association of Space Explorers (ASE), un’organizzazione internazionale di astronauti, cosmonauti e takionauti, e la B612, un’organizzazione privata per la protezione della Terra dagli impatti di asteroidi, il primo Asteroid Day si è tenuto il 30 giugno 2015. La data fu selezionata per riconoscere il più devastante impatto asteroidale nella storia scritta recente, l’evento Tunguska, che distrusse circa 2000 chilometri quadrati di foresta in Siberia, Russia. Durante l’Asteroid Day 2016, più di 500 eventi relativi agli asteroidi si sono tenuti in 72 Paesi, coinvolgendo più di 150.000 partecipanti e raggiungendo oltre un milione di persone grazie ad attività online dal vivo.

In occasione dell’annuncio ufficiale dell’Asteroid Day il 3 dicembre 2014, l’organizzazione ha lanciato la “100X Asteroid Declaration”, che conteneva tre obiettivi principali:

  1. Impiegare la tecnologia disponibile per individuare e seguire gli asteroidi near-Earth che minacciano la popolazione mondiale attraverso organizzazioni governative, private e filantropiche.
  2. Un rapido incremento di un fattore 100 (100x) nella scoperta e nella mappatura degli asteroidi near-Earth fino a 100.000 l’anno entro i prossimi dieci anni.
  3. L’adozione globale dell’Asteroid Day, per innalzare la consapevolezza del rischio da asteroidi e il nostro sforzo nel prevenire gli impatti, il 30 giugno 2015.

Ad oggi, la Dichiarazione è stata firmata da centinaia di scienziati ed esperti di scienze planetarie, da leader in ambito governativo e del mondo del business e da più di 40.000 privati cittadini.  Con il riconoscimento dell’ONU, uno dei tre obiettivi proposti è stato conseguito a soli due anni dal nostro lancio iniziale.

Luca Parmitano, astronauta Italiano: “La minaccia da parte degli asteroidi è un problema internazionale che dovrebbe essere affrontato globalmente, interessando ad ogni livello tutte le nazioni coinvolte nell’avventura spaziale: dalle istituzioni educative ai centri di ricerca e alle agenzie spaziali.”

Dr. Ed Lu, tre volte astronauta Shuttle e CEO della B612: “La dichiarazione dell’Asteroid Day da parte delle Nazioni Unite è un testamento all’importanza del  lavoro internazionale di scienziati ed ingegneri di tutto il mondo volto a proteggere la Terra dall’impatto asteroidale. Se faremo il nostro lavoro nel modo giusto, la Terra non verrà più colpita da un altro asteroide di grandi dimensioni!”

Jan rner, ESA Director General: “Questo riconoscimento internazionale mostra come la questione degli asteroidi stia diventando sempre più uno sforzo globale.”

Dumitru-Dorin Prunariu, astronauta Rumeno: “L’ASE è orgogliosa dell’importante ruolo che ha giocato nell’organizzare, promuovere e supportare l’Asteroid Day e vederlo ora riconosciuto dalle Nazioni Unite.”

Riguardo l’Asteroid Day

Asteroid Day è un movimento globale volto ad incrementare presso il pubblico la consapevolezza della potenziale collisione da parte di un asteroide e l’intenzione di proteggere la Terra. Esso venne co-fondato nel 2014 dal Dr. Brian May, astrofisico e storico chitarrista dei Queen, Danica Remy, Chief Operations Officer della B612, l’astronauta Apollo Rusty Schweickart, e il regista tedesco Grig Richters. Asteroid Day si tiene ogni anno il 30 giugno per rimarcare il più grande impatto di un asteroide con la Terra nella storia scritta, l’evento Tunguska in Siberia, che devastò un’area di oltre 2.000 chilometri quadrati, la dimensione di qualsiasi grande citta metropolitana

Media Contact: Diane Murphy; pr@asteroidday.org; +1.310.658.8756. In Europa è possibile contattare Grig Richters: +49 15225672398

Comunicato Stampa ONU: http://www.unis.unvienna.org/unis/en/pressrels/2016/unisos478.html

Media kit:

DOCX: https://drive.google.com/open?id=0B26qPfEwFxyCTmRIdnpuS0JJTzQ

PDF: https://drive.google.com/open?id=0B26qPfEwFxyCSVQzOVVDcTFXdkE

Support The Virtual Telescope Project!

If everyone reading this right now would donate something, our fundraiser would be done in a few days. Please, donate and receive an exclusive, LIMITED EDITION image of potentially hazardous asteroids taken by the Virtual Telescope, specifically made for supporters like you!

donate now (you can adjust the amount later)

 

Comments

comments

You may also like...

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Follow

Get every new post on this blog delivered to your Inbox.

Join other followers: